CPanel

Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Civile Successione e Proprietà Il coerede che possiede il bene, lo può usucapire nei confronti degli altri coeredi.

Il coerede che possiede il bene, lo può usucapire nei confronti degli altri coeredi.

Il coerede che dopo la morte del dante causa possieda in termini esclusivi l'immobile  in eredità può, può, fino a che non intervenga la richiesta  di divisione del bene da parte degli  altri coeredi,  usucapire  la quota di questi ultimi. Perchè ciò succeda occorre che il coerede  abbia goduto per venti anni il bene medesimo come se fosse tutto il suo,  ovvero come se fosse l'unico proprietario, rendendo  dunque il suo  possesso sul bene  esclusivo. E' quanto stabilisce una sentenza di cassazione del 25 marzo del 2009 n. 7221 che però precisa che a tal fine non è sufficiente che gli altri partecipanti all'eredità si siano astenuti dall'uso della cosa, occorrendo pur sempre una manifestazione esterna da parte dell'unico possessore di tale sua volontà di possesso esclusivo, come per esempio, cedere il bene in locazione a terzi.  Ed è anche ovvio che sarà solo da tale momento, ossia dall'estrinsecazione esterna della volontà di possesso esclusivo, che inizierà a decorrere il termine ventennale necessario per l'acquisto del bene per usucapione.

 
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Civile Successione e Proprietà Il coerede che possiede il bene, lo può usucapire nei confronti degli altri coeredi.
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email