Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ACQUISTO AUTO CON FERMO AMMINISTRATIVO: CHE FARE ?

|

L’auto sottoposta a fermo amministrativo,   anche se non è vietato venderla,  non può circolare. Se, infatti, si circola con l'auto sottoposta a fermo, si rischiano  multe salate e  la confisca del veicolo. Non solo:  anche se  l’auto non può circolare,  si è  comunque obbligati a pagare il bollo auto e l’assicurazione per la responsabilità civile. 

Se dunque hai comprato un auto usata e dopo il passaggio di proprietà  hai scoperto che  è sottoposta a fermo amministrativo, sappi che puoi chiedere al venditore la risoluzione o l’annullamento del contratto con   la conseguente restituzione del prezzo pagato e l’eventuale risarcimento del danno.

Leggi tutto...
 

BOLLO AUTO: FINO AL 2010 NON SI PAGA

|

Il  bollo  auto  non pagato, relativo al periodo  tra il 2000 e il 2010,  rientra nella pace fiscale voluta  dal decreto fiscale 2019  e dunque  NON E’ PIU’ DOVUTO. 

A confermarlo è intervenuta di nuovo la cassazione con l’ordinanza n. 29653/19 del 14 novembre 2019.

Ma attenzione :  ad essere cancellato  è solo il bollo auto relativo agli anni dal 2000 al 2010,contenuto in una  cartella di pagamento. La pace fiscale riguarda infatti non direttamente il bollo auto, ma le  cartelle esattoriali,  stabilendo l’annullamento  di tutte le cartelle contenenti l’iscrizione a ruolo di debiti nei confronti dell’erario ( per qualsiasi causa, compreso il bollo auto) relativi al periodo dal 2000 al 2010, fino a un importo massimo di 1.000 euro.

 

Ancora sul danno da vacanza rovinata.

|

Con una recente sentenza, la n. 7256 dell’11.05.2012, la III sez. Civile della Corte di Cassazione ha stabilito che il danno non patrimoniale da vacanza rovinata va risarcito sulla base della prova dell’inadempimento contrattuale.

Leggi tutto...
 

Decreto "Salva Italia": Lotta alle clausole vessatorie e novità al codice del consumo

|

Gli artt. 5 - 8 del decreto legge 1/2012 (comunemente denominato decreto “salva Italia”) recano una serie di  provvedimenti dedicati alla tutela dei consumatori e degli utenti di pubblici servizi.

Tra le novità più rilevanti senza dubbio vi è  l’introduzione  di un nuovo articolo al Codice del Consumo, ovvero l’ art. 37-bis, atto a definire  il nuovo procedimento di tutela amministrativa contro le clausole vessatorie inserite all’interno di moltissimi contratti d’uso comune.

Grazie all’introduzione di questo articolo, infatti, l’Autorità Garante della Concorrenza godrà del potere di dichiarare, anche d’ufficio, la  vessatorietà delle clausole dei contratti conclusi mediante adesione a condizioni generali o con la sottoscrizione di moduli, modelli o formulari.

Leggi tutto...
 

Decreto "Salva Italia": Lotta alle clausole vessatorie e novità al codice del consumo

|

Gli artt. 5 - 8 del decreto legge 1/2012 (comunemente denominato decreto “salva Italia”) recano una serie di  provvedimenti dedicati alla tutela dei consumatori e degli utenti di pubblici servizi.

Tra le novità più rilevanti senza dubbio vi è  l’introduzione  di un nuovo articolo al Codice del Consumo, ovvero l’ art. 37-bis, atto a definire  il nuovo procedimento di tutela amministrativa contro le clausole vessatorie inserite all’interno di moltissimi contratti d’uso comune.

Grazie all’introduzione di questo articolo, infatti, l’Autorità Garante della Concorrenza godrà del potere di dichiarare, anche d’ufficio, la  vessatorietà delle clausole dei contratti conclusi mediante adesione a condizioni generali o con la sottoscrizione di moduli, modelli o formulari.

Leggi tutto...
 

La legge a tutela dei viaggiatori. Prossime disposizioni normative

|

 Treni in ritardo, voli annullati, passeggeri bloccati in aeroporto per giorni…

Ebbene, a partire dal 2012-2013, recependo una normativa europea,  la tutela dei singoli viaggiatori  verrà estesa anche ai trasporti marittimi e su strada (autobus a lunga percorrenza).

Ma vediamo come. Il nuovo disegno di legge prevede tre aspetti fondamentali. Il primo riguarda il diritto a ricevere informazioni tempestive: ovvero il diritto di ogni passeggero di venire a conoscenza della variazione dell’orario di un volo prima del check-in (come purtroppo avviene nella maggior parte dei casi) e dunque la possibilità, per il viaggiatore, di organizzarsi in modo alternativo.

Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 4
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email