CPanel

Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Consumatori Class Action CLASS ACTION. E' FINALMENTE LEGGE. MA DA GENNAIO 2010

CLASS ACTION. E' FINALMENTE LEGGE. MA DA GENNAIO 2010

Il ricorso collettivo (la c.d class action) è finalmente legge, ma con rinvio: potrà, infatti, essere proposto solo a partire dal 1° gennaio 2010.
Ma cosa si intende concretamente per "class action"?

 

In realtà si tratta di una forma di azione legale in cui i cittadini, che vedono leso un proprio diritto di consumatori, si associano per intentare un’unica causa contro chi, Stato o azienda, risulti responsabile di una violazione. 
Dal prossimo gennaio quindi anche i consumatori italiani (i paesi dell’Unione Europea conoscono questo strumento già da molti anni) potranno contare su questo efficace strumento legale. 
Si pensi ad esempio a tutte quelle cause che hanno un modico valore economico, come nel caso delle bollette inspiegabilmente elevate (ad esempio di 50 o 100 euro) e che, per evitare i costi della giustizia, il singolo consumatore non contesta quasi mai. 
Bene, grazie alla class action, i singoli consumatori dal prossimo gennaio potranno allearsi, dividendo tra loro le spese della causa (che sarà una unica causa valevole per tutti)
In questo modo, in caso di pronuncia favorevole del giudice, la sentenza avrà effetto per tutte le singole persone che hanno agito collettivamente in giudizio.
In effetti, già nel 2008, quando sembrava che la legge stesse per entrare in vigore, in migliaia hanno scaricato il modulo per far causa dai siti delle associazioni di consumatori.
Le possibili cause che possono essere intentate collettivamente sono tante: la banca che applica spese non dovute sul conto corrente, l’assicurazione che non paga i danni di un disastro che ha colpito più persone, la tv a pagamento ecc. O ancora cause contro grandi società come la Cirio, la Parmalat o l'Alitalia.
 Purtroppo, però, la norma approvata non prevede la retroattività (sarà possibile fare causa solo a partire da gennaio 2010 e solo per tutti quegli illeciti che si sono verificati successivamente al 15 agosto 2009).
Cerchiamo ora di delineare l’ambito di applicazione della class action:
Innanzitutto è possibile ricorrere al ricorso collettivo per tutti gli illeciti commessi nell'ambito dei contratti sottoscritti mediante moduli o formulari. Nella prassi, infatti (soprattutto in alcuni settori, come quello dei contratti di conto corrente o assicurativi o di fornitura di pubblici servizi come gas o elettricità), la stesura del contratto non è quasi mai oggetto di una trattativa preliminare tra la società ed il singolo consumatore o ad esempio tra la banca ed il proprio cliente. Il singolo consumatore, quasi sempre, si trova a dover sottoscrivere un contratto prestampato e "seriale" con tantissime condizioni scritte in caratteri minuscoli.
Da gennaio quindi utilizzando i ricorsi collettivi tutti questi clienti che hanno subito un danno per le clausole ad esempio troppo onerose potranno coalizzarsi al fine di ottenere giustizia. 
Un altro ambito di applicazione  potrà essere la vendita di un prodotto difettoso che ha interessato una quantità di consumatori. Ad esempio gli elettrodomestici, i computer o le automobili nati difettosi di fabbrica e poi venduti ai singoli consumatori potranno essere oggetto di tutela attraverso lo strumento legale delle class action.
Ancora un altro esempio di applicazione sono tutti gli  illeciti derivati da pratiche commerciali scorrette o da comportamenti anticoncorrenziali.
Al contrario invece un settore dove sembra non esserci una chiara tutela è in quello pubblico (poste, ferrovie o ospedali).
In realtà si dovrà attendere la più volte annunciata dal ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, versione di azione collettiva non indirizzata tanto al risarcimento dei singoli consumatori, ma al ripristino dello standard di efficienza.
Non ci resta dunque che attendere il prossimo gennaio,  quando i primi gruppi di consumatori inizieranno ad allearsi contro le ingiustizie e i disservizi perpetrati  da molteplici società italiane utilizzando proprio le class action, per vedere gli effetti pratici  di questo nuovo strumento di tutela. 

 
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Consumatori Class Action CLASS ACTION. E' FINALMENTE LEGGE. MA DA GENNAIO 2010
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email