CPanel

Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Famiglia Separazione e Divorzio Per la Cassazione se ti sposi pensando al divorzio, il matrimonio è nullo

Per la Cassazione se ti sposi pensando al divorzio, il matrimonio è nullo

 

Per la Cassazione – sent. N. 17191 del 9 ottobre 2012 -  la sentenza della Sacra Rota  di nullità del matrimonio va delibata nello Stato Italiano anche se nella stessa si era semplicemente appurato,   a mezzo delle testimonianze degli amici della coppia, che   uno dei coniugi era propenso al divorzio in caso di difficoltà! Tale propensione è stata giustamente  ritenuta dal Giudice ecclesiastico una riserva mentale all’indissolubilità del  vincolo matrimoniale da parte di uno dei coniugi,  tale da legittimare la pronuncia di nullità del vincolo matrimoniale religioso.

Fin qui dunque tutto normale,  per la Sacra Rota.   Un po’ meno però per lo Stato Italiano nel quale  il divorzio è una conquista consolidata di civiltà, con la   conseguenza che  è assolutamente normale che  chi si sposi in questo Stato   pensi  al divorzio in caso che le cose non vadano bene. Non solo: nel nostro Stato il vincolo matrimoniale, essendoci il divorzio, è palesemente non indissolubile,  ragion per cui  la sentenza della Sacra Rota era stata ritenuta non delibabile dalla Corte di appello di Salerno, cui  ci si era rivolti. Ebbene, avverso la stessa ha proposto ricorso per cassazione uno dei coniugi e bene ha fatto, visto che la Cassazione ha ribaltato la decisione della Corte di Appello ed ha ritenuto la sentenza delibabile. 

 

Al riguardo,  la Suprema corte ha ritenuto che per statuire sull'invalidità del matrimonio bastassero  le testimonianze degli amici della coppia, ritenute  prove idonee,  dalle quali è risultata, oltre all'avversione al matrimonio di uno dei coniugi , il proposito di divorziare, qualora l'esperienza coniugale fosse risultata inappagante (!). Non solo, però : precisa la Corte che affinché  ci sia invalidità del vincolo anche per lo Stato Italiano è necessario  che la divergenza unilaterale tra volontà e dichiarazione sia stata manifestata all'altro coniuge, ovvero che sia stata da questo effettivamente conosciuta, o ancora che non gli sia stata nota soltanto a causa della sua negligenza, posto  che, qualora così non fosse,  la delibazione sarebbe  impedita dalla contrarietà della sentenza all'ordine pubblico italiano, che contempla  il principio fondamentale di tutela della buona fede e dell'affidamento incolpevole. Ha ritenuto dunque il matrimonio nullo ed ha rimandato i coniugi davanti alla Corte di Appello per la delibazione. 

 
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Famiglia Separazione e Divorzio Per la Cassazione se ti sposi pensando al divorzio, il matrimonio è nullo
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email