CPanel

Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Famiglia Separazione e Divorzio PERDITA DELL'ASSEGNO DI MANTENIMENTO PER CHI TRADISCE IN PUBBLICO

PERDITA DELL'ASSEGNO DI MANTENIMENTO PER CHI TRADISCE IN PUBBLICO

La Suprema Corte (prima sezione civile, sentenza n.  292449/2008 ) ha stabilito di recente che non spetta  alcun assegno di mantenimento al  coniuge infedele che rende pubblica la sua relazione.
Questa recente sentenza ha confermato la decisione della Corte d'appello di Ancona che aveva addebitato la separazione ad una donna che, non solo aveva tradito il marito, quando poi non si era  affatto preoccupata di farlo con una certa discrezione, offendendo così  il decoro e la sensibilità del  suo coniuge.  Per tale suo comportamento irriguardoso, le è stato negato dalla Corte il  diritto a  qualunque assegno di mantenimento.   
La  Corte di Cassazione ha infatti  rigettato il ricorso della donna  avverso la sentenza  dei Giudici d'Appello con queste motivazioni : "La ragione di addebito della separazione personale  attiene, non tanto all'allontanamento della ricorrente dall'abitazione familiare, quanto al suo antecedente comportamento, idoneo ad evidenziare a terzi l'esistenza della relazione extraconiugale, anche se, in concreto, non ancora intrattenuta con carattere di stabilità".
Ai fini dell'addebitabilità della separazione però, spiegano i Giudici della Cassazione, non basta che uno dei coniugi o entrambi abbiano tenuto un comportamento contrario ai doveri nascenti dal matrimonio ( com'è senz'altro il comportamento infedele) , ma è necessario che sia provato il nesso di causalità fra tale comportamento e la sopraggiunta intollerabilità della convivenza, in questo caso resa ancora più pesante da un tradimento reso pubblico.
Il che equivale a dire che se uno dei coniugi  tradisce l'altro  ed abbandona  il tetto coniugale, ha diritto lo stesso al mantenimento, qualora provi in giudizio che non è stato il suo tradimento a causare  il fallimento del matrimonio,   mentre,   se  tradisce   in maniera pubblica,  tale cioè da ledere  "la sensibilità e il decoro" dell'altro, sarà  molto più difficile per lo stesso  riuscire  a provare la sua "innocenza" e non riceverà nessun assegno.  
 
Ti trovi su GiustiziaPerTutti.com Famiglia Separazione e Divorzio PERDITA DELL'ASSEGNO DI MANTENIMENTO PER CHI TRADISCE IN PUBBLICO
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto di Famiglia

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email