Giustizia per tutti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

ABBANDONO DI MINORE: RICONOSCIMENTO DEI DANNI MORALI A FAVORE DELL'EX CONIUGE. RIFLESSIONI SULLA VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARE EX. ART. 570 C.P.

La Corte di Cassazione, VI sez. penale, con la sentenza num. 6575/2009 ha stabilito che se un genitore non provvede al mantenimento dei propri figli, disinteressandosi della loro vita,  potrà essere condannato a risarcire all’ex coniuge i danni morali patiti a causa della sua assenza.
Il genitore “assenteista” potrà inoltre rischiare il carcere se i figli minori abbandonati versavano in stato di bisogno.
Infatti, secondo i Supremi Giudici l’abbandono dei figli minori integra una condotta penalmente rilevante laddove si concretizzi una "propria sistematica e volontaria sottrazione all'obbligo di contribuzione economica e al soddisfacimento delle primarie esigenze di vita dei figli minori", qualunque sia effettivamente il loro status economico.

 

I Supremi Giudici hanno precisato infatti che per presupporre effettivamente l’esistenza o meno dello stato di bisogno dovrà essere giudicato, per legge, esclusivamente il rapporto tra la persona che deve essere assistita ( il minore) e il soggetto obbligato (ovvero il genitore). Quindi il genitore “assenteista” non potrà vantare l’esimente della collaborazione di terze persone nel rapporto con i suoi figli.
Infatti, secondo le norme di legge,  non verrà assolutamente  “giustificata” la sua assenza anche se altri, coobbligati od obbligati in via subordinata o addirittura non obbligati affatto, si sostuiscano a lui provvedendo economicamente al mantenimento dei minori in sua vece.
Citiamo ad esempio un’altra recente sentenza della Cassazione, ovvero  la num. 30747 del 23 luglio 2009. Nella medesima è stato condannato un padre che non aveva sostenuto la famiglia nè economicamente nè affettivamente,  non curando quindi l’educazione dei figli minori e disinteressandosi emotivamente della loro vita.
Nel caso specifico l’imputazione rivolta all’uomo non era basata solo sull’addebito di omissione dell’assegno di mantenimento al ex-coniuge (consistente in € 400,00 mensili) ma anche sull’imputazione di essersi sottratto agli obblighi di assistenza nei confronti del figlio minore. La sentenza, infatti, ha evidenziato il totale disinteresse del padre a tutte le vicende riguardanti il bambino, venendo  meno quindi anche al suo dovere di educazione, che rientra fra gli obblighi di assistenza sanciti dall’art. 570 c.p.
Inoltre, la condotta dell’uomo era stata così grave da non dare accesso alla concessione delle attenuanti.
Quindi, secondo l’orientamento dominante della Cassazione, nessun tipo di sconto di pena sarà concesso ai padri o alle madri che si disinteressano totalmente dei figli e che  non contribuiscono al loro mantenimento e alla loro educazione.
La Cassazione inoltre è stata ferma nel ribadire che in tutte le ipotesi in cui la mancata corresponsione dell'assegno di mantenimento fissato dal Giudice privi concretamente dei mezzi di sussistenza il figlio minore, tale condotta andrà necessariamente inquadrata nel reato di cui all'art. 570, comma 2, del  c.p. (ovvero violazione degli obblighi di assistenza familiare) punibile fino ad un anno di reclusione. Reato che, ricordiamo in questa sede, è procedibile d’ufficio se ad essere abbandonati sono minori.
In entrambe le sentenze citate,  i Supremi Giudici hanno inoltre condannato il coniuge “assenteista” anche al pagamento del danno morale, come conseguenza del reato di abbandono di minore, da corrispondere al coniuge che effettivamente (e concretamente) abbia da solo provveduto al mantenimento dei figli minori.
Quindi,  l’abbandono dei figli minori non solo è moralmente deprecabile ma è anche severamente punito dal nostro ordinamento che, oggi più che mai, mira a salvaguardare un bene inestimabile, ovvero la serenità del minore.

 
banavv

Newsletter

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Diritto Civile

Diritto Civile

.

Diritto di Famiglia

Diritto di Famiglia

.

Diritto dei Consumatori

Diritto dei Consumatori

.

Diritto dell' Immigrazione

Diritto dell'Immigrazione

.

Diritto Penale

Diritto Penale

.

Sottoscrivi Feed

Abbonati Gratuitamente ai nostri Feed RSS


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email